La Birra e i Vichinghi

 

Birra Artigianale Decameron | Birra Stout

Nella cultura norrena la birra era uno degli alimenti fondamentali della dieta quotidiana ed era considerata una bevanda sacra, soprattutto per i guerrieri. Si riteneva che la bevanda fosse in grado di trasmettere energia vitale e che potesse infondere forza ai guerrieri. Era usata durante i banchetti per rendere omaggio agli dei per la vittoria, onorare i caduti in battaglia e avere maggiore forza nello scontro successivo.

Nell’antica Scandinavia il banchetto che accompagnava il sacrificio di un animale aveva lo scopo di creare un contatto con gli dei e una comunione fra i partecipanti: l’ubriachezza era lo strumento con il quale l’uomo poteva elevarsi alla vita divina.

Ruolo fondamentale della birra era in relazione alle cerimonie funebri: la “birra funeraria” consisteva in un rito, “sjaund” in norreno, scandito da una successione di bevute dedicate al defunto nel settimo giorno dopo la sua morte.

L’importanza che la birra ha rivestito nella cultura vichinga è arrivata fino ai nostri giorni soprattutto grazie alla mitologia nordica.

La birra era protagonista assoluta della dimensione spirituale: nel paradiso dei vichinghi, il Valhalla, le Dee Valchirie la servivano ai caduti in battaglia.

I guerrieri vichinghi sorseggiavano questa bevanda sacra rievocando il furto del segreto della birra da parte del Dio della Guerra Odino ai danni del Cielo stesso.

Dopo il furto Odino consegnò questo segreto al Dio del Mare Ægir gigante signore del mare considerato il birraio degli dèi, tradizione che lega misticamente la schiuma caratteristica della birra artigianale prodotta dai Vichinghi alla spuma del mare. Gli dei si incontravano nella dimora di Ægir per bere birra prodotta in un gigantesco calderone procuratogli da Thor, Dio del tuono, insieme alla figlia Tyr.

Popolo di navigatori e scopritori, i vichinghi portavano con loro in mare una birra probabilmente ad alta gradazione, in grado di superare più agevolmente le lunghe traversate.

Alcuni ricercatori danesi, grazie a ritrovamenti di resti d’orzo bruciato in alcuni siti archeologici, hanno concluso che i primi pionieri che colonizzarono la Groenlandia riuscirono a coltivarvi cereali nonostante le condizioni climatiche estremamente rigide.

Le tradizioni giunte fino a noi ci insegnano che la birra costituisce un pilastro fondamentale della storia di questo popolo e possiamo imparare ad apprezzare ancora di più questa mitica bevanda.

By | 2017-11-08T12:11:48+00:00 novembre 8th, 2017|Pillole di Mastro Ka|0 Comments

About the Author:

Mastro Ka
La birra è passione. Una passione che cresce con il tempo. E con il tempo questa passione è cresciuta in me. Poi è diventata ricerca e scoperta delle tradizioni, dei sapori, delle culture e degli stili che caratterizzano questo mondo. Infine è diventata la mia vita: produrre una mia Birra Artigianale.

Leave A Comment

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.