Birra Artigianale e Pasta con il sugo alla ‘Nduja

UN PIATTO DELLA TRADIZIONE CALABRESE

Birra Artigianale Decameron - Pasta con la 'Nduja

Ahhh, l’amore. L’unica forza non misurabile in natura. L’unica che ha la capacità di comprendere e gestire tutte le altre. È proprio il caso di dirlo: “Amor omnia regit”, prendendo spunto dalla celebre frase latina “Sol omnia regit” che vuol dire “il Sole regola ogni cosa”.

Pianificavamo questo incontro da mesi. Non vedevo Francesca da quando aveva organizzato una cena di addio prima di trasferirsi a Bologna per lavoro. É una cara amica d’infanzia e complice di svariate avventure gastronomiche. Sapevo che aveva conosciuto Filippo. Lui era un ragazzo calabrese che le aveva letteralmente rapito il cuore. Proprio a lei. Lei che era sempre stata così selettiva e discreta. Si erano conosciuti ad un evento gastronomico di tipicità vigevanesi. Avevano iniziato a punzecchiarsi su quale cucina fosse la migliore tra Nord e Sud. Dopo essersi sfidati a provare la bontà delle rispettive regioni di provenienza  la partita è finita patta: entrambi vincitori di un’amore sbocciato a suon di forchettate.

Tornata a Vigevano organizzò una cena a casa sua per presentarci Filippo. Lui per l’occasione avrebbe preparato per noi uno dei piatti tipici della sua regione. Uno di quelli che più lo avevano aiutato nella conquista della nostra bella Francesca: gli scialatelli con la ‘nduja. Lei pensò bene di chiedermi di portare qualche bottiglia della nostra Pampinea. Si sa, per esaltare al meglio e stemperare il gusto piccante del celebre insaccato calabrese.

Tra una battuta e l’altra Filippo ci raccontò che gli scialatelli hanno in realtà origini campane. Tuttavia vengono ampiamente utilizzati nella cucina tipica calabrese, fatti in casa per il pranzo della domenica. esattamente come li preparò quel giorno.

Lui vivace e scherzoso A tratti ironico e pungente. Lei sempre equilibrata. Leggera. Ma allo stesso tempo risoluta e determinata. Era un piacere osservare come conversavano amabilmente intrattenendo i loro ospiti. Dai loro racconti emergeva una magnifica sintonia. Una complicità e un’armonia tipiche delle coppie felici.

Ed infatti, verso la fine del pranzo, dopo aver riempito di nuovo i nostri calici, Francesca sollevò il suo. Con molta emozione ci annunciò che lei e Filippo si sarebbero sposati a breve.

Ed io mi abbandonai ad un sincero augurio di tanta felicità.

Ahhh, l’amore…

Ingredienti

  • Pasta nel formato che più si preferisce 400 g
  • ‘Nduja 120 g
  • Polpa di Pomodoro 400 g
  • Cipolle rosse di Tropea 150 g
  • Olio Extravergine d’Oliva 40 g
  • Acqua Calda 100 g
  • Basilico 3 foglie
  • Sale e Pepe

Preparazione

  • Dopo aver eliminato il budello della ‘Nduja, ponetela in una ciotola e schiacciatela con una forchetta per renderla più morbida,
  • Tagliate la cipolla a rondelle o a dadini e fatela soffriggere a fuoco lento in una padella antiaderente con l’olio per cinque minuti
  • Versate nella padella con la cipolla50 g di acqua calda
  • Successivamente aggiungete la ‘nduja e distribuitela in maniera uniforme
  • Versate l’acqua restante e mescolate di tanto in tanto di modo che la ‘nduja si sciolga
  • Unite la polpa di pomodoro e fare cuocere il tutto a fuoco moderato per almeno 15 minuti
  • Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e portatela a bollore
  • Fate cuocere la pasta seguendo le indicazioni di cottura ma ricordandovi di lasciarla leggermente al dente
  • Aggiungetela al condimento e mescolatela per farli insaporire
  • Fate saltare il tutto in padella per qualche minuto, regolateli di sale e di pepe per servirli con qualche foglia di basilico

Birra Artigianale Pampinea

Questo piatto è suggerito per essere consumato in abbinamento a Pampinea, Birra Artigianale del Birrificio Decameron. Per conoscere le caratteristiche di questa Birra Artigianale invitiamo a leggere la pagina in cui sono riportati tutti i dettagli.

By | 2018-02-14T15:05:53+00:00 febbraio 14th, 2018|Ricettario dello Chef Fede, Senza categoria|0 Comments

About the Author:

Lo Chef Fede
Amo la buona tavola. Amo condividerla con gli amici, e passare del tempo con loro a provare nuovi sapori, nuovi abbinamenti, nuove armonie. Le birre Decameron sono il mio modo di vedere il mondo. Sono la mia storia, i miei luoghi e le mie passioni. Sono il mio augurio di godere la vita con lo spirito della tradizione. Tutto sommato, Decameron, siamo un po tutti noi. E quindi, buona bevuta amici.

Leave A Comment

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.